PONTE SULLO STRETTO: DECIDANO I SICILIANI!


di Rino Piscitello Coordinatore Nazionale di Unione dei Siciliani – Sicilia Nazione.

———————–

Unione dei Siciliani – Sicilia Nazione è favorevole alla realizzazione del Ponte sullo Stretto.

Concordiamo con la posizione assunta dal Presidente della Regione Nello Musumeci, e dal VicePresidente Gaetano Armao.

Pur non essendo abituati ad avere certezze assolute, né a pensare di avere la verità in tasca, crediamo che in questo caso le ragioni del SI prevalgano ampiamente su quelle del NO.

Il tema non è semplice e nel tempo le convinzioni di molti sono andate modificandosi. Sono ormai decenni che se ne discute e il dibattito è sempre stato percorso (da entrambi i lati) da posizioni demagogiche ed estremiste che certo non hanno aiutato la Sicilia.

È arrivato però il momento di dire (a prescindere dalla posizione di ciascuno) che, su una questione di tale rilevanza che divide la politica e i cittadini, occorre che DECIDANO I SICILIANI.

Venga indetto dall’Assemblea Regionale Siciliana un Referendum Consultivo, secondo i criteri previsti dalla legge regionale 10 febbraio 2004, n. 1.

Tutti i deputati, favorevoli o contrari al Ponte sullo Stretto, prendano atto che su una questione di così straordinaria rilevanza non può decidere la politica a stretta maggioranza.

Il Referendum potrebbe tenersi, per evitare costi aggiuntivi, in coincidenza con le elezioni europee del prossimo maggio, magari insieme a quello sulla richiesta del riconoscimento degli svantaggi connessi alle condizioni di insularità.

Si aprirebbe così in Sicilia la stagione di una democrazia capace nei momenti importanti di consultare i propri cittadini.

E soprattutto, dopo un Referendum, nessuno potrebbe ignorare la volontà del popolo siciliano espressa democraticamente a maggioranza.

 

4 comments on “PONTE SULLO STRETTO: DECIDANO I SICILIANI!

  1. 21 gennaio 2019 Maria Angela La cava

    Si al referendum

    Rispondi
  2. 21 gennaio 2019 Carmelo

    D’accordo sul referendum , così viene coinvolto il popolo siciliano e tutta la politica.

    Rispondi
  3. 22 gennaio 2019 Alessandro Caroli

    Se è stato fatto il ponte sul Canale di Corinto, posto più sismico d’Europa, non si capisce perché no sullo Stretto di Messina.
    Detto questo, è giusto: decidano i siciliani. Se – da ingegnere – mi si consentisse un suggerimento, direi che un ponte solo ferroviario sarebbe preferibile, magari con 3 linee: una alta velocità (2 binari); una velocità standard (2 binari) ed un binario singolo di soccorso.
    Questo per considerazioni di carattere ambientale.

    Rispondi
  4. 25 gennaio 2019 Giorgio

    Il ponte sullo stretto potrebbe essere realizzato solo se in sicilia ( tutta ) le infrastrutture, extraurbane sono in linea con i tempi.
    Perciò prima della realizzazione , strade, autostrade, ferrovie, ci devono essere per un collegamento a 360° in tutta la sicilia.
    Un treno che partirà da scicli , raggiungera ragusa in pochi minuti no 6 ore.
    Poi ragusa ponte delle stretto in 1 ora, no 8 ore.
    Un autostrada che collega siracusa ad agrigento e poi trapani e palermo , max in 2 ore . No 8 ore
    Siamo stanchi di referendum per fare e non fare.
    Ci vuole un Isola stato . E con la nostra moneta, i nostri progetti potremmo diventare il diamante del mediterraneo . Siamo nel medioevo !!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *