Feltri cafone e nemico della Sicilia.
Armao gli detta verità e stile.


In un suo articolo su Libero del 23 dicembre 2018 Vittorio Feltri continua i suoi attacchi nei confronti della Sicilia, falsificando la verità e utilizzando toni da cafone.

D’altronde in più occasioni Feltri aveva usato toni ingiuriosi e razzisti nei confronti della nostra isola. Basta leggere qui una delle sue dichiarazioni risalenti appena all’anno passato.

“Feltri si conferma cafone e nemico della Sicilia utilizzando nel suo articolo tutti i pregiudizi e gli stereotipi nei confronti della nostra terra e falsando in modo evidente la verità – ha dichiarato Rino Piscitello, Coordinatore nazionale di Unione dei Siciliani-Sicilia Nazione. Ma questa volta gli è andata male. Gli ha risposto, dandogli una lezione di stile e ripristinando la verità, il Vicepresidente della Regione Siciliana e Presidente onorario del nostro movimento, Gaetano Armao, reduce nei giorni scorsi dalla firma di uno storico accordo con il Governo che ha avviato l’attuazione di articoli fondamentali dello Statuto siciliano.”

A seguire trovate l’articolo di Feltri:

 

E la risposta di Armao:

Quello di @vfeltri e di #Libero é un modo risibile di fare giornalismo. La #Sicilia dipinta come emblema della #terronia e patria di #corruzioni e #sprechi.
Alcuni #parvenu del #federalismo e di altre cose, devono sapere:
1) che quel che ci riconosce l’accordo con Roma, frutto di un lungo e difficile negoziato e che sta proseguendo, non é che la minima parte di quel che serve per recuperare anni di #depauperamento in danno dei #siciliani;
2) siamo federalisti da tempo, certamente dalla Costituzione del 1812 e ancor di più da quella del 1848, e con qualche argomento in più di tanti in quanto fedeli allo #Statuto siciliano ed all’insegnamento di #Sturzo, anche se per un #federalismosimmetrico, quindi riteniamo il #regionalismodifferenziato di #EmiliaRomagna, #Lombardia e #Venetouna #opportunità;
3) il modo approssimativo di definire la Sicilia come #sprecona e #sciamannata, può pure rispondere ad un noto stereotipo, ma é smentito dalle valutazioni Moody’s e Standard&Poor’s che hanno ribassato il #rating di tante regioni, compresa la Sua, ed istituzioni finanziarie ma non quello della Sicilia per il cui #risanamentofinanziario hanno espresso apprezzamento;
4) i 2 miliardi € che emergono dall’accordo non sono affatto una mancia, intanto perché sono direttamente correlati alle previsioni dello #Statutosiciliano che é #normacostituzionale, peraltro non sono un trasferimento finanziario, ma sono costituiti da minori esborsi e maggiori entrate, e peraltro si riconnettono ad onerosi impegni finanziari per la Sicilia (1 miliardo € di contributo al risanamento della finanza pubblica per il triennio, che può crescere per eccezionali esigenze);
5) può anche illustrare ai Suoi lettori che per il 2018, proprio a causa dei sacrifici dei nostri cittadini negli ultimi anni, abbiamo #abbassatoletasse e le ridurremo ancor di più per gli #stranieri che varranno a vivere in questo paradiso, con l’operazione #nuovisiciliani.
Caro @vfeltri, quando si predilige la #contumelia alla #verità dei fatti, infangando la #storiadiunaTerra, e la si rappresenta ai cittadini, si dimostra che non basta vestirsi da #gentiluomini per esserlo.
In Sicilia, mi creda, su questa condizione umana riteniamo di saperne qualcosa.
#BuonNatale anche a Lei allora, se vuole saperne di più di quel che facciamo l’attendiamo sull’#Isola a braccia aperte.
Potremmo fregarcene delle Sue parole, seguendo lo spirito che auspica nel Suo articolo, ma preferiamo invitarLa. Venga, cambierà agevolmente opinione, come si addice a persone intelligenti come Lei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *